ERNIA DEL DISCO CERVICALE


La definizione di “ernia” si associa ad un che migra dalla sua sede di origine verso un altro distretto. La fuoriuscita di materiale discale, solitamente il nucleo che va a comprimere i nervi della colonna vertebrale circostanti.

COSA SUCCEDE

I tessuti presenti tra le ossa della colonna vertebrale sono chiamati “dischi intervertebrali” e sono composti da una porzione centrale a consistenza più molle e gelatinosa, il nucleo polposo, e da un rivestimento esterno, l’anello fibroso. Quando il rivestimento esterno del disco si rompe, il nucleo polposo può fuoriuscire dalla propria sede causando un’erniazione del disco. I tessuti vicini sono le radici nervose e il midollo. Proprio la loro compressione causano i dolori tipici di questa patologia:

Dolore cervicale

Dolore brachiale (al braccio)

CAUSE

Con il passare degli anni, i dischi della colonna vertebrale possono perdere flessibilità ed elasticità. Posture errate associate a sollecitazioni fisiche ripetute sono la base per questi fenomeni degenerativi. Spesso il tutto è precipitato da piccoli o grandi traumi che coinvolgono la cervicale. Il colp di frusta da tamponamento in auto è una degli eventi più comunemente riscontrati in pazienti con questa problematica.

SINTOMI DELL’ERNIA DEL DISCO CERVICALE

L’ernia discale cervicale comporta dolore al collo e alla spalla, dolore irradiato al braccio, intorpidimento e formicolio al braccio o alla mano. In genere, il dolore alle braccia o al collo costituisce il primo segno di irritazione delle radici nervose dovuta a problemi alla cervicale. L’intorpidimento, il formicolio e la debolezza a livello muscolare possono essere sintomi di un problema più grave e devono spingere il paziente alla esecuzione degli esami diagnostici che vedremo in seguito con sollecitudine.

DIAGNOSI

La diagnosi di ernia del disco inizia con l’esame obiettivo completo della colonna vertebrale, delle braccia e degli arti inferiori. Esamineremo la colonna vertebrale osservando la flessibilità, l’ampiezza dei movimenti e segni che suggeriscano un danneggiamento delle radici nervose o del midollo spinale a causa di un’ernia del disco. Mi dovrete descrivere dettagliatamente sintomi come dolore, intorpidimento, formicolio e debolezza.

ESAMI DIAGNOSTICI

  • RMN colonna cervicale
  • RX colonna cervicale
  • Elettromiografia degli arti superiori

TRATTAMENTO

Il trattamento dipende dalla gravita’ dei sintomi e dalla evoluzione degli stessi dopo l’adozione di una corretta terapia analgesica e antinfiammatoria. Le opzioni ad oggi sono svariate e devono essere inserite in un percorso terapeutico individualizzato.

  • Terapia medica.
  • Fisiokinesioterapia.
  • Infiltrazioni radicolari.
  • Infiltrazioni peridurali.
  • Interventi chirurgici mini invasivi.